myvenice.org - la cittadinanza virtuale di Venezia
Approvata la mozione in Senato che apre un confronto a tutte le alternative al passaggio delle grandi navi
Soluzione e lavori in tempi brevi non limitandosi allo scavo del canale Contorta-Sant’Angelo

Il 6 febbraio l’Aula del Senato ha approvato un Ordine del giorno «unitario» sul transito delle grandi navi nella Laguna di Venezia: 229 voti favorevoli, nessun voto contrario, e 2 astenuti. I punti principali dell’Odg riguardano la comparazione delle soluzioni, la valutazione dei progetti, la conclusione dell’esame entro tre mesi e l’avvio dei lavori nel più breve tempo possibile. L’Ordine del giorno approvato impegna il governo in particolare su quattro punti.

Il primo chiede di «assicurare che tutte le soluzioni presentate dai vari soggetti, pubblici e privati, siano preliminarmente e contemporaneamente comparate e considerate in sede di valutazione ambientale, a prescindere dallo stato di avanzamento progettuale, con le normali modalità» Via (Valutazione di impatto ambientale) e Vas (Valutazione ambientale strategica) «opportunamente potenziata, attraverso un processo trasparente e partecipato e sentita la commissione per la salvaguardia di Venezia».

Il secondo di «porre al centro della valutazione comparativa la rispondenza degli scenari prospettati alle condizioni progettuali: compatibilità ed impatto ambientale; rapidità di esecuzione; flessibilità, gradualità e reversibilità; impatto sull’economia di settore nella fase transitoria e continuità dell’offerta crocieristica; entità delle risorse da impiegare; sostenibilità economica e ambientale di lungo periodo; rispetto delle normative vigenti».

Il terzo sottolinea la necessità di «avviare le valutazioni comparative delle soluzioni presentate entro 30 giorni e di concluderle entro 3 mesi, tenuto conto della necessità di garantire i livelli occupazionali».

Quarto, si chiede un impegno al governo che «una volta operata la scelta» con le necessarie «garanzie», si effettuino «nel più breve tempo possibile i lavori conseguenti rispettando la normativa vigente».

[ Data di pubblicazione: 18 febbraio 2014 ]

Sito realizzato con SPIP da HCE web design | Logo e grafica hstudio
Cookies
Fondazione Venezia 2000